Dildo in fronte

Dildo volante ferisce giovane architetto

Dildo in fronteIl fallo volante ha steso il giovane architetto Jure Skumavc, 31 anni mentre si trovava ad una festa organizzata per festeggiare l’addio al celibato dell’amico Peter Rolih.

Il ragazzo mentre ballava è stato colpito da un grosso dildo rosa lungo 12 centimetri che inspiegabilmente qualcuno aveva lanciato per scherzo.

L’oggeto ha colpito Jure in testa provocandogli una profonda ferita sulla fronte.

Secondo quando appreso durante la serata svoltasi presso un abitazione in affitto e Brisbane, in Australia,  l’oggetto sarebbe volato più volte, colpendo vari ospiti in altre parti del corpo, ma Jure è stato l’unico ferito.

Tre settimane più tardi Jure si è presentato al matrimonio dell’amico con una grossa cicatrice sulla testa e probabilmente ha dovuto raccontare a tutti gli ospiti il motivo della ferita. Alquanto imbarazzante. Anche perché a una festa tra soli uomini non so a cosa potesse servire un grosso fallo.

Non si sa se anche il dildo si sia fatto male. Di lui si sono perse le tracce.

Pettine e gigante

Dalla Cina arrivano i parrucchieri con il pettine gigante

Due talentuosi parrucchieri Cinesi hanno deciso di inscenare uno spettacolo per gli abitanti di Changsha City tagliando i capelli ai clienti con un pettine gigante e un paio di forbicioni da giardino!

Pettine e gigante

Il misterioso duo ha attirato attorno a se un folto gruppo di curiosi e passanti in quello che può essere definito una sorta di flash mob.

Nonostante il servizio fosse completamente gratuito non moltissime persone hanno accettato di farsi tagliare i capelli, e non c’è da stupirsi dando un’occhiata agli attrezzi utilizzati. Perdere un orecchio in cambio di un tagli gratis non mi sembra proprio il massimo della convenienza.

Fortunatamente per lo spettacolo, una coraggiosa ragazza ha accettato di farsi tagliare i capelli e che ci crediate o no, dopo il taglio ha anche affermato di essere rimasta soddisfatta dal nuovo look.

Pettine e gigantePettine e gigantePettine e gigantePettine e gigantePettine e gigante

Nella città non è la prima volta che un bizzarro parrucchiere abbia trovato un modo originale di tagliare i capelli, è il caso di Wang Xiaoyu che riceve i suoi clienti tagliando i capelli a testa in giù ed utilizzando l’arte del Kung Fu.

Klaus il bimbo alieno con la testa enorme

Klaus l’alieno, il bimbo con la testa enorme che lotta per la vita

Klaus il bimbo alieno con la testa enormeI neurochirurghi dell’ospedale di San Antonio stanno combattendo in queste ore una lotta contro la morte per salvare la vita del piccolo Klaus, un bambino di appena 11 mesi che è nato con una rarissima condizione chiamata Hydrocephalus che fa in modo che la sua testa sia grande più del doppio rispetto a quella di un normale bambino.

L’idrocefalo è una malattia causata dall’accumulo di liquido idrocefalo rachidiano nei ventricoli del cervello che di conseguenza si dilatano e provocano l’allargamento smisurato della dimensione della testa di chi ne soffre.

I genitori del piccolo Klaus, Klaus Sr. e Beatrice, provengono dal Texas e già alcuni mesi fa avevano tentato di curare il loro figlio portandolo in una clinica specializzata dove però i medici si erano rifiutati di operarlo dicendo che sarebbe morto entro breve tempo, ma dopo aver visitato molte cliniche finalmente i chirurghi di San Antonio hanno accettato la sfida.

In testa all’equipe di medici che ha effettuato l’operazione a Klaus c’è il primario Dr. David Jimenez del dipartimento di neurologia all’University of Texas Health Science Center di San Antonio che davanti ai giornalisti ha spiegato che l’operazione consisteva nell’inserire all’interno della testa del bambino un tubo che drenasse il fluido e diminuisse la pressione.

Klaus il bimbo alieno con la testa enormeKlaus il bimbo alieno con la testa enormeKlaus il bimbo alieno con la testa enorme

Oggi, dopo due settimane di cure la grandezza della testa di Klaus è già diminuita della metà rispetto al giorno in cui è entrato in ospedale.

Speriamo che tutto vada a finire peri l meglio, nel frattempo faccio alla famiglia ma soprattutto al bambino un grandissimo in bocca al lupo.

Uomo con la testa a metà

L’uomo con la testa a metà è stato arrestato

Uomo con la testa a metàUn uomo di Miami di 25 anni con la testa a metà è stato arrestato alcuni giorni fa per fruttamento della prostituzione.

Secondo quando comunicato dalla polizia, l’uomo, sopranominato “mezza testa” aveva tentato di corrompere un ufficiale sotto mentite spoglie per una prestazione sessuale da 80 dollari.

Quelle che vedete sono le immagini delle sue foto segnaletiche, ma a quanto pare non è la prima volta che viene fermato per qualche reato, nella sua fedina penale sono presenti detenzione di stupefacenti, furto e incitamento alla prostituzione.

Non è chiara l’identità dell’uomo che viene chiamato in modo fittizio Carlos Rodriguez.

D’altronde non potevamo aspettarci da altro da una persona con un cervello così piccolo.

Coltello in testa

Vive per 3 anni con un coltello infilzato in testa, finalmente operato

Un uomo proveniente dal nord’est del Brasile è stato operato per la rimozione dal cranio di un coltello di 10 centimetri con cui conviveva da 3 anni in seguito ad una rissa in un bar.

Coltello in testa

Edeilson Nascimiento, 29 anni, di professione fa il gommista e alcuni giorni fa è stato finalmente operato chirurgicamente all’Ospedale di Recife per la rimozione della lama.

“Mi sento come rinato” – confessa ai giornali l’uomo.

Edeilson sarà dimesso nei prossimi giorni.

All’epoca dell’incidente i medici dissero al signor Nascimiento che la rimozione del coltello gli avrebbe potuto causare danni al cervello e dunque gli rimossero solo il manico; dopo tre anni di fortissimi mal di testa però, Edeilson ha deciso che era meglio sfidare la sorte piuttosto che vivere una vita in quel modo. E la fortuna è stata dalla sua parte.

Phillip Levine - L'artista che usa la sua testa come una tela

Philip Levine, l’artista che usa la testa come una tela

Quando Philip Levine si è accorto che i suoi capelli stavano iniziando a cadere poco dopo i ventanni, non se la sentiva di utilizzare parrucche o di ricorrere ad un trapianto.

Phillip Levine - L'artista che usa la sua testa come una tela

Piuttosto che diventare uno dei tanti calvi in giro per il mondo, ha quindi deciso di rendere questo suo difetto un pretesto per creare qualcosa di unico e originale nel nome dell’arte.

E’ così che da un po’ di tempo Phillip, con l’aiuto del suo amico body-painter, Kat Sinclair, ha deciso di utilizzare la sua testa come una tela da disegno.

“Se con un parrucca in qualche modo cerchi di nasconde ciò che può sembrarti un grave difetto, utilizzare la tua testa calva come una tela ti fa sentire speciale, originale e l’imbarazzo di essere pelati, diventa un pregio.”

Phillip levine - L'artista che usa la testa come una tela da disegnoPhillip levine - L'artista che usa la testa come una tela da  disegnoPhillip levine - L'artista che usa la testa come una tela da  disegno

A volte Phillip e Kat passano ore intere a lavorare su nuovi disegni. Tre le tante opere d’arte vale sicuramente la pena ricordare la volta in cui Phillip si face incollare sulla pelata 1000 cristalli di Swarowsky da Kat.

La casa al contrario si trova in Germania

La casa al contrario, nuova attrazione in germania

E’ una casa costruita completamente a testa in giù la nuova attrazione che aprirà nei prossimi giorni in uno zoo della Germania.

La “casa al contrario” si regge su un tetto spiovente supportato da forti travi di acciaio. La cucina, il bagno, il salotto, le camere da letto sono tutti a testa in giù, compresi gli oggetti.

La casa al contrario si trova in Germania

Questa bizzarra casa è stata costruita per il Gettorf Zoo in Germania. Al suo interno sono presenti sedie, tavoli, arredamenti di ogni genere, il water e persino un guardaroba con specchio pesante 50 kg, tutti rigorosamente a testa in giù.

Il signor Gerhard Mordhorst, che insieme ad altri carpentieri ha realizzato la casa, afferma: “E’ stata una sfida per tutti quanti, credo che la cosa più importante sia stata mantenere nella nostra mente l’immagine di quello che volevamo realizzare.”

I costruttori hanno passato intere giornate a perfezionare ed analizzare ogni singolo particolare all’esterno e all’interno dell’abitazione al punto che anche le lenzuola del letto sono state sistemate con precisione grazie al supporto degli aghi.

La casa aprirà al pubblico a fine marzo e sarà visitabile a tempo indeterminato. L’intero progetto è finanziato da una casa produttrice di hamburger di proprietà del signor Dirk Oster.

La sconsiglio a coloro che soffrono di mal di testa o perdono facilmente l’orientamento.

La casa a testa in giùLa casa a testa in giùLa casa a testa in giùLa casa a testa in giù

ps. Mi sono accorto che una foto del blog, marchiata Absurdityisnothing è finità sul sito di Libero. Piccole soddisfazioni o piccole copiature? 🙂

Ma Zhong Nan – L’uomo "cornuto"

Corno in testa

Ma Zhong Nan, un uomo di 93 anni che vive in un piccola villaggio in Cina, racconta come un corno sia iniziato a spuntare dalla sua testa 5 anni fa.
Il signor Ma si stava pettinando un giorno quando inavvertitamente feri lievemente il suo cuoio capelluto. Siccome non era una grande ferita, non gli diede molta attenzione.
Ma non si sarebbe mai aspettato che un piccolo e duro corno iniziasse a crescergli in testa. Da allora l’anziano ha sempre ignorato la sporgenza che con il passare del tempo è cresciuta di 10 centimetri in meno di un anno, andando a formare un vero e proprio corno sempre più lungo e duro.
Due settimane fa, però, il signor Ma ha iniziato a sentire uno strano prurito alla testa, i figli hanno così deciso di portarlo all’ospedale locale per una visita.Il medico all’arrivo dell’uomo è rimasto stupefatto da quello strano bernoccolo cresciuto sulla sua testa e non è riuscito a dare una spiegazione medica alla cosa.
Ora la famiglia Nan sta cercando aiuto nel mondo attraverso i media per trovare una cura a questa bizzarra malattia.Il signor Ma però non è l’unico umano a soffrire di questa anomalia, molti mesi fa avevamo parlato di un’altra signora al quale è accaduta la stessa identica cosa, anche a lei è cresciuto un piccolo corno in testa.