Mette in vendita il figlio su internet perché piangeva troppo

Mette in vendita il figlio su internet perché piangeva troppo

Su un sito web in Brasile è stato messo in vendita un bambino per 1000 real brasiliani (pari a circa 320 euro) perché piangeva troppo.

Mette in vendita il figlio su internet perché piangeva troppo

La Polizia crede che l’inserzione, con tanto di foto del bimbo di pochi mesi, non fosse autentica ma è stata comunque rimossa per aver violato i termini e le condizioni di OLX, sito web per la vendita di beni e servizi. “Piange un sacco, non mi lascia dormire e ho bisogno di andare a lavorare“, recitava la descrizione sotto l’inserzione, in cui il numero da contattare risultava di Aparecida de Goiânia, un comune dello stato del Goiás in Brasile.

L’annuncio è rimasto online per almeno 24 ore prima che venisse rimosso dagli amministratori del sito.

Marcela Orçai, il detective che segue l’indagine, ha detto che l’inserzione probabilmente era una bufala e che il nome e l’indirizzo pubblicati in realtà non esistono.
La Polizia sta comunque continuando a monitorare il sito e il quartiere dove questo bambino dovrebbe vivere, nel caso fosse vero.

Macchina a forma di bara in vendita su Craiglist

Costruisce una macchina a forma di bara e la mette in vendita su Craiglist

Un automobilista amatoriale ha costruito una macchina a forma di bara personalizzata e l’ha messa in vendita sul famoso sito web americano Craiglist.

Macchina a forma di bara in vendita su Craiglist

Su Craiglist – un famoso portale di annunci di lavoro, acquisti, eventi e altro – non è raro trovare qualcosa di insolito; questa automobile a forma di bara però potrebbe essere davvero la cosa più bizzarra di tutte.

L’inventore della macchina è di Bardstown (Kentucky, USA) e la vende per $1.500 (poco più di €1.000), assicurando che funziona benissimo. Non si è a conoscenza del motivo per cui voglia venderla, tantomeno del motivo per cui l’abbia costruita; magari i soldi che guadagnerà li investirà in un veicolo più convenzionale.

sesso

Donna prosperosa vende annunci pubblicitari sulle sue tette

In tutto il mondo è ormai riconosciuto che una bella donna o un bell’uomo presi come testimonial di una campagna pubblicitaria possano portare alle azienda vendite maggiori, ed è proprio questo il ragionamento che ha portato una giovane ragazza Ceca ad offrire il proprio seno per annunci pubblicitari.

Tette in vendita

La donna, di cui non è nota l’identità, ha iniziato questa attività su Facebook vendendo per appena 9 dollari annunci pubblicitari sul proprio seno.

Una volta pagata la somma, la ragazza scrive sul proprio decollette l’annuncio e invia poi al destinatario una fotografia come prova.

In breve tempo la sua pagina ha raggiunto i 2000 iscritti e gli affari per la ragazza vanno a gonfie vele.

“Sono una bellissima e giovane ragazza e offro il mio seno per annunci pubblicitari e biglietti da visita” – questo è il testo che accoglie i visitatori della pagina.

E qualcuno non perde occasione per tentare l’approccio: “E’ un buon prezzo per quello che fai, ma pagherei il doppio se potessi scriverlo io l’annuncio!”

In vendita la casa più piccola del mondo

La casa più piccola del mondo in vendita a Roma

In vendita la casa più piccola del mondoCasa più piccola del mondo

La casa più piccola del mondo è in vendita e si trova in Italia, nella nostra bellissima capitale, Roma.

Si tratta dell’ex guardiola di un portiere all’interno di un palazzo in Piazza Sant’Ignazio a Roma che il proprietario ha deciso di mettere in vendita per la cifra record di 50.000 euro.

Considerando che l’appartamento ha un’ampiezza di appena 5 metri quadri, capirete anche voi che non si tratta di un grandissimo affare, eppure da quando l’annuncio è stato divulgato per le strade della capitale, le richieste sono arrivate a valanga.

A quanto pare tutti vorrebbero accaparrarsi quella che è considerata la casa più piccola del mondo, composta da un bagno al piano terra con lavandino doccia e lavabo e una scala che conduce ad un soppalco grande abbastanza per un solo letto singolo. Nell’appartamento vi è una sola finestra, ma per aprirla bisogna salire sopra il letto; non il massimo della comodità.