Samantha Young - Wrestling Alligator

Samantha Young – La più giovane lottatrice di coccodrilli

Cresciuta in una fattoria con un allevamento di 350 coccodrilli, Samantha Young è diventata fin dai primi anni di vita una temeraria lottatrice di alligatori, uno sport estremo meglio conosciuto come Wrestling Alligator.

Samantha Young - Wrestling Alligator

La bambina di soli 9 anni, fin dai primi anni di vita è stata spronata dai genitori, entrambi wrestler professionisti ad apprendere questo pericoloso sport. Samantha iniziò a combattere con gli alligatori quando aveva 6 anni, anche se inizialmente l’animale veniva tenuto a bada dal padre che in ogni momento vigilava che la situazione non sfuggisse dal controllo della figlia inesperta a spesso impaurita.

Oggi la giovane Crocodile Dundee è diventata così brava da addestrare i principianti e persino i soldati della marina, ad affrontare e tenere a bada rettili di quasi 3 metri al Colorado Gators Reptile Park.

I suo insegnamento più grande è. ‘Tenersi sempre alle spalle dell’alligatore, in modo tale da aver il collo e la bocca dell’animale sempre sotto controllo, poi basta alzargli la testa.. et voilà, il gioco è fatto’.

Samantha Young - Wrestling Alligator.Samantha Young - Wrestling Alligator.Samantha Young - Wrestling Alligator.Samantha Young - Wrestling Alligator.Samantha Young - Wrestling Alligator.

Erwin e Lynn Young, genitori di Samantha, aprirono la loro fattoria di alligatori nel 1987 quando iniziarono ad allevare 100 piccoli rettili, 25 dei quali ancora vivi.

Da allora, pian piano la notizia del nuovo allevamento si diffuse in città e le persone iniziarono ad avvicinarsi al mondo dei rettili. Oggi dopo 13 anni molti visitatori pagano fino a 100 dollari pur di vedere Samantha combattere con un alligatore e perché no, per provare loro stessi l’emozione di addomesticarne uno.

Dayton Webber

Dayton Webber – Il guerriero senza gambe nè braccia

Dayton WebberL’undicenne Dayton Webber ha perso tutti i suoi arti quando era solo un bambino ma questo non gli ha impedito di esibirsi in incontri d wrestling, o di andare sul suo skateboard.

Dayton WebberDayton WebberIl giovane Dayton è un vero e proprio esempio di amore per la vita. Ha perso le mani e le gambe quando aveva solo 11 mesi a causa di una infezione che ha rischiato di farlo morire. Ma per lui la perdita degli arti non ha significato l’impossibiltà di vivere una vita normale. Armato di ambizione e determinato a riuscire nel suo intento, Dayton ha intrapreso diversi sport raggiungendo spesso un livello di preparazione e un’abilità che molte persone normali spesso non riescono a raggiungere.

Entrambi i genitori di Dayton dicono che non lo hanno mai spinto a fare nulla. Le idee di provare nuove cose, sono sempre partite da sue inziative. E oggi compete per la squadra di wrestling The Rampage, in Waldorf, va sullo skateboard, pattina sul ghiaccio, guida i go-kart e gioca anche ai videogiochi.

Diversi ragazzi rimangono sorpresi quando lo incontrano per la prima volta, specialmente durante un incontro di wrestling, ma si accorgono ben presto che si tratta di un valido avversario. Le mancanze fisiche di Dayton sono sopperite dalla sua forza di volontà. Quando gli viene chiesto cosa sia successo alle sue mani e ai suoi piedi, risponde che non è nulla di grave.

[Grazie a Laura per la traduzione]